sabato 2 gennaio 2016

La Commodore... e come ha fatto parte della mia vita.


Che ci crediate o no, sono circa 30 anni che un Commodore Amiga2000 gestisce il riscaldamento e l'aria condizionata in una ventina di scuole Americane.
E di certo non mi sono messo a scrivere un post per questa boiaccata, che detto tra noi se vera o falsa cambierebbe ben poco sia a me che a voi, e sopratutto non l'ho scritto per fare l'elenco dei computer Commodore o dare qualche data sulla nascita e la fine ecc ecc ....per quelle cose ci sono gli altri blog, o meglio ancora c'e' Wikipedia.
Voglio scrivere questo post nella speranza di poter mettere per iscritto un ricordo, un emozione che dura da tantissimi anni e non accenna a passare, ed è sempre qua, dentro di me.

Inizio facendovi una veloce foto della mia "stanzetta dei sogni", la mia piccola alcova da dove scrivo, navigo, leggo e ascolto musica:




Naturalmente io utilizzo un PC che nella foto non è visibile. Nella foto sono presenti 4 computer che hanno la loro bella storia e tanto da raccontare + 1.
Il primo sulla sinistra come potrete notare è un Mac G4 che utilizzo per MorphOS naturalmente...ha un processore PowerPC utile allo scopo, niente a che fare con il mondo Mac, subito dopo andando verso destra  si vede  un Amiga 1200, sempre li ma sotto il TV grigio e il monitor bianco c'e' un Amiga 2000 con la tastiera poggiata su i drive esterni e il lettore CdRom del 2000.
Sulla destra dei 2 Amiga potete vedere un vecchio TV Mivar nero con sotto un Videoregistratore VHS per i miei vecchi ricordi e ancora più a destra un Commodore 128D con sopra un Commodore 64 "biscottone", con sotto i vari Drive 1541, 1541 II e 1571 che utilizzo con i due Commodore a 8 Bit.
E naturalmente non volevo fare un post per elencare i mie piccoli, mi è scappato (anche perché ne ho 2 armadi di computer vecchi tra Commodore, Sinclair, Amstrad, Atari, Philips ecc ecc).
Torniamo al mio pensiero originale, cercare di mettere per iscritto un sentimento, certo non è facile non sò neanche da dove iniziare, il primo ricordo che ho non so a quale anno faccia riferimento di preciso, ero abbastanza piccolo e in camera mia c'era un piccolo TV in bianco e nero.
Attaccato a quella TV c'era il mio primo computer, uno ZX Spectrum 48k, eccolo:


Il mio primo amore certo... ma molto combattuto e sofferto. Mi ricordo che non trovavo giochi da nessuna parte, i miei genitori erano completamente estranei a quel mondo (come la maggior parte dei genitori dell'epoca d'altronde) e non si interessavano minimamente alla cosa, i miei compagni di scuola per il 99% avevano un Commodore 64 e anche chiedere ai negozianti era frustrante.... mi dicevano tutti "fatti fare un Commodore"..... insomma questo è quanto, e nonostante lo ZX fosse stato il mio primo computer non posso avere un ricordo molto felice lo ammetto, me ne dispiace ora che con il senno di poi mi rendo conto di aver avuto per le mani uno dei migliori 8 bit della storia dell'informatica.
Mi ricordo questa situazione fino alle scuole medie, sicuramente almeno fino alla seconda media (quindi avrò avuto sui 12-13 anni), dopo, e non ricordo neanche come e perché!!! i miei genitori mi fecero il mio primo c64, era la versione nuova, quella bianca dalla linea fine e dal design moderno e snello (il C64c insomma)... e fu il BOOM della mia vita (videoludica).


Si lo ammetto, un vero BOOM di emozioni, di possibilità e di interazione con il (mio) mondo circostante! in un solo mese tra acquisti e amici avevo il doppio dei giochi accumulati con lo Spectrum in anni di ricerche!!!!! ed era solo l' inizio (della fine).
Di li a poco mi feci il Disk Drive, necessario per caricare i giochi più velocemente e per avere i fantastici giochi multiload (permetteva l'utilizzo dei dischetti da 5" e 1/4). Con il Disk Drive le possibilità si ampliavano parecchio e il tutto prendeva anche un aspetto molto più serioso e professionale, ero estasiato e rapito dal piccolo gioiellino bianco e tutto filò splendidamente per parecchio tempo. Ho potuto giocare ai migliori giochi dell'epoca, mi ricordo interi pomeriggi a giocare a Ghost & Goblins, Giana Sister, Green Berret, Bubble Bobble, Katakis, Ik+, The Last Ninja, Ghstbuster, Out Run, Commando, Buggy Boy e tanti tanti altri ancora,  insomma una carrellata di giochi fantastici che mi hanno fatto passare il periodo più bello che si potesse desiderare!!! e non solo giocare, nel frattempo mi feci anche tanti altri amici legati al mondo dei videogame.

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------
...flash dagli anni 80:
Voglio sottolineare che a quei tempi, nonostante ci sia stata una larghissima diffusione di computer Commodore e altre marche la maggior parte degli "adulti" erano nettamente contrari al loro utilizzo, sentivo molto spesso sia tra i miei famigliari che tra quelli dei miei amici cose come "quei cosi fanno diventare scemi", "i miei figli giocano al massimo un'ora e solo la domenica" ecc. ecc. insomma non era come i tempi attuali, per tanti ragazzi giocare liberamente era difficile per colpa dell' ottusità dei propri genitori.
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Non ricordo neanche questo di preciso, ma di li a poco i miei genitori mi fecero una sorpresa che neanche a farlo apposta rimarrà per sempre impressa nella mia memoria come il mio primo ricordo felice :-D
Ero di ritorno da scuola con mio cugino e come di consueto ci siamo recati a casa di nostra nonna che avrebbe badato a noi fino all'arrivo dei genitori dal lavoro.
Ma quel giorno era particolare, appena salito in casa mia nonna mi aspettava all'ingresso, dicendomi "corri a casa che c'e' una sorpresa per te"..... io chiesi con noncuranza "quale sorpresa?" dalla sua risposta sorridente capii che non dovevo perdere altro tempo, dovevo correre a casa mia a scoprire il mistero.
Ero già grandicello e avevo le chiavi di casa per fortuna, forse facevo la seconda o terza media.
Salii a casa di corsa come se non ci fosse un domani, entrai nella mia stanza e vidi qualcosa di "strano" sul mio letto, una scatola bianca e blu quadrata.......... il tempo di riprendere fiato e mettere a fuoco per capire che sul letto c'era il Computer per eccellenza, sogno di QUALSIASI ragazzo della mia età, un magnifico e splendente Amiga 500: ecco cosa vidi e che mi lasciò pietrificato per non so quando tempo nel terrore che mi fossi sbagliato o fosse solo un sogno:



Un Amiga 500, il 16Bit del momento più potente e desiderato. 512k di Ram e 4096 Colori!!! suono stereo a 4 canali e utilizzava dei FANTAMAGNIFICI dischetti da 3" e 1/2 con 880k di capacità e cosa ancora più incredibile....un MOUSEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE.

Non persi tempo, disintegrai la scatola (haimè), lo tirai fuori e lo poggiai sul letto, era cosi bello, nuovo, profumato e ................GRANDE, diamine era veramente enorme, emanava potenza e importanza, anche da spento.
Andai verso la scrivania dove c'era il mio fido C64, lo smontai per fare spazio al nuovo padrone di casa, al computer che avrebbe segnato un'era e una generazione. Purtroppo non ho molti ricordi di che fine fece il mio C64 (a poter tornare indietro...), ricordo solo che mio padre lo vendette a qualcuno per rientrare della spesa e visto il "regalo Amigoso" non dissi niente e purtroppo neanche mi interessò minimamente che fine facesse, avevo con me il messia dei computer domestici, il più amato dagli appassionati, l'Amiga 500.
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------
...flash dagli anni 80:
in quel periodo la Commodore vendeva ancora il C64 nonostante l'uscita dell'Amiga500, tanta gente faceva ai proprio figli il Commodore64 invece dell' Amiga per via dei prezzi ribassati, danneggiando le vendita del 16 bit.
La concorrenza c'era ed era agguerrita, l'Atari ST era un computer eccezionale e dalle molteplici capacità ma l'Amiga vinceva a mani basse su tutti i fronti, la Commodore aveva fatto centro di nuovo. 
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

La mia vita da Amighista fu piena di soddisfazioni videoludiche inimmaginabili, ho potuto giocare a giochi come Zak McKracken, Maniac Mansion, R-Type, Double Dragon (il mio primo gioco su Amiga), Monkey Island, Turrican, Shadow of the Beast, Xenon2, BattleChees, Projext-x, Golden Axe, Defender of The Crown!!!, Another World, Arkanoid, Syndicate, Chaos Engine, Dungeon Master, e FIDATEVI tantissimi altri capolavori divenuti classici senza tempo e che cerarono interi generi.
Per il mio Amiga comprai a breve l'espansione da 512k per arrivare a 1mb di Ram  e giocare a Dragons Lair il gioco cartoni animati creato da Don Bluth e Dungeon Master....... raggiunsi livelli di felicità che solo a quell'età si possono raggiungere e da li a poco dotai il computer anche di un monitor 1084s e di un drive esterno (con conta traccie!! .. e bhè).
Non ero economicamente indipendente, andavo a scuola e posso affermare che il 90% dei miei giochi erano pirata, copiati da amici e conoscenti.
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------
...flash dagli anni 80:
Negli anni 80 (e forse 90) la pirateria informatica non era un crimine, non c'erano leggi perchè fino a poco prima non c'era l'informatica, hehehe. Dischetti e giochi pirata si potevano comprare ovunque, dai negozi di elettronica ai giornalai, eravamo circondati da giochi pirata, era la normalità e non c'era niente di strano o immorale nel loro utilizzo.
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Praticamente quando si andava da un amico o cugino o chicchessia per sicurezza si portava sempre l'ultimo gioco "figo" e qualche dischetto vuoto, era normale che la prima ora insieme si passasse a copiarci i giochi che non avevamo e dopo si passasse a giocare o a fare altro.
Di Internet ancora neanche se ne parlava, e l'unica cosa possibile era quella di collegare fisicamente 2 computer tramite porta parallela (o seriale non ricordo)  per giocare insieme ai pochi titoli che lo permettevano (dovevi portarti il computer a casa di un amico)....anche le schede di rete non erano alla portata di tutti.
L'industria intanto cresceva, sia software che hardware, uscì anche The Games Machines, la rivista di videogiochi per eccellenza, ma uscirono anche altre ottime riviste, come K !! che adoravo e collezionavo.
Su Amiga provai anche i primi giochi di ruolo su computer, e non parlo di Dungeon Master o Eye of the Beholder (non solo), ma di Champions of Kyrnn !! il primo vero gioco di ruolo che ho finito su computer, un vero salto epocale. La mia passione per i giochi al computer come potete immaginare era molto influenzata dal mio amore per i giochi di ruolo cartacei (quelli veri), con il passare del tempo cominciai a giocare solo a giochi di ruolo e avventure, tralasciando tutto il resto, insomma ero segnato, il destino aveva scelto, sarei stato un giocatore di ruolo, arcade e altre tipi di giochi erano solo un passatempo tra un GDR e l'altro.
Grazie all' Amiga e a una stampante che comprata per lo scopo, comincia a scrivere le avventure per Dungeons And Dragons al computer, insomma ero riuscito a collegare i miei 2 mondi, non chiedevo altro, ero felice.
La storia d'amore durò per un bel pò di anni, e nel frattempo i nostri "nemici" cominciarono a diventare grandi e impossibile da non notare, i PC avevano raggiunto un livello esagerato, VGA e SoundBlaster avevano catapultato i PC nel mondo dei videogame in maniera prepotente e significativa.
Che dire, l'uscita dell'Amiga 1200 fu secondo me "inadeguata", questa volta la Commodore non aveva colpito nel segno, il computer era poco convincente, e i titoli ancora meno......duro dirlo ma di li a poco passati al mio primo PC, un 286 a 21 Mhz con monitor a 1024x768 a 256 colori e harddisk interno che mi fecero dimenticare i dischetti e i 32 colori dell'Amiga molto velocemente.
Oltretutto quella era l'epoca del 3D, l'epoca di Castle Wolfstein, Doom e Quake, era l'epoca in cui l'Amiga e i suoi cloni (CDTV, CD32 ) cominciarono a lasciare il passo a tecnologie ormai più moderne..... un'era si stava spegnendo, un'epoca di multimedialità, di sistemi operativi a finestra, un'epoca di pionieri e di fedeli sostenitori....un'epoca che non si ripeterà mai più e di cui io e tutti quelli della mia età hanno fatto parte, un' epoca che ancora oggi vive dentro questa mia piccola "stanzetta dei sogni".
...............stavano per arrivare Windows 95 e Internet per tutti....stava per arrivare la Playstation e l'era moderna, in cui tutti avevano un computer a casa e quel settore non era più di nicchia per noi appassionati, ma stava diventando un mondo aperto a tutti.

Ma le leggende non muoiono facilmente, anche dopo oltre 20 anni il fallimento della Commodore ci sono ancora tantissimi appassionati che continuano a giocare e collezionare quei computer (come me), quelle macchine dei sogni che ci hanno fatto volare con la nostra fantasia  tanti anni fa.
Anche grazie a Facebook (e si...) ho potuto scoprire decine e decine di pagine dedicate al Retrogaming! certo non si occupano solo di "gaming" ma coprono tutto il settore del "Retroware", è bello vedere come altri "ragazzotti" quarantenni continuino ad amare e utilizzare i lori computer e giocare ai giochi della loro gioventù, inutile negare che la nostalgia è un fardello di cui tutti ci facciamo carico (chi più chi meno).
Anzi devo dire che il settore è in crescita e sopratutto in movimento, sempre più spesso si sente del gioco per Amiga convertito per questa o quell'altra console, le pagine di eBay sono piene di venditori e acquirenti incalliti di materiale "vintage", esistono tantissimi Forum dedicati allo scopo e qui a Roma abbiamo anche il VIGAMUS, il Museo del Videogioco, ci sono giochi in sviluppo per C64 , Dreamcast e per tanti altri vecchi computer o console......
Anche se propendo a credere che sia un fenomeno collegato proprio a noi quarantenni che con il nostro interesse finanziamo questa branchia del settore sono altresi convinto che la schiera di appassionati Commodore, Atari, Sinclair, Amstrad ecc ecc svaniranno quando non ci saremo più noi e di conseguenza svanirà l'interesse per quelle macchine, dunque..... a parte rimanere esposte in qualche museo dell'informatica e/o su qualche foto su facebook/internet.... quanto tempo hanno ancora i nostri amati computer prima di svanire dal ricordo collettivo e rimanere solo come materiale di studio? Spero tanto.


Piccolo omaggio alla Commodore fatto da Dave Haynie dopo il fallimento:




Nel frattempo Ctrl-A-A e vi saluto.

mercoledì 14 ottobre 2015

Raspberry, Arduino e i "Makers"



We are all Makers! (...o quasi).

E' Fantastica questa cosa, e ha un mondo dietro, in continua espansione.

L'ho scoperta per caso, non mi ricordo neanche come, so solo che alla fine ho deciso di acquistare uno di questi "computerini" grandi come una carta di crediti.
Ho preso una Raspbery Pi2 B !! un quad core a 900Mzh con 1Gb di Ram e sucita HDMI, diciamo che già queste caratteristiche mi hanno convinto a fare l'acquisto..... parliamo di circa 40 Euro.
Di fama conoscevo più Arduino, ma poi leggendo qui e sentendo la la Raspberry mi è diventata più familiare e famosa.

Ma cosa è di preciso? Bè non so come spigarlo bene ... ma sostanzialmente è PROPRIO un pc della grandezza di una carta di credito!! ecco le caratteristiche del modello che ho preso io:

Modello: Raspberry Pi 2 Modello B
  • A 900MHz quad-core ARM Cortex-A7 CPU
  • 1GB RAM
  • 4 USB ports
  • 40 GPIO pins
  • Full HDMI port
  • Ethernet port 10/100/1000
  • Combined 3.5mm audio jack and composite video
  • Camera interface (CSI)
  • Display interface (DSI)
  • Micro SD card slot
  • VideoCore IV 3D graphics core
ECCOLA: 
Arriviamo subito al sodo, vi dico subito quello che interessava a me:

Quella piattina di PIN non è un attacco IDE per HardDisk!!! ma è il magico GPIO da 40 pin che serve alla Raspberry per comunicare con il mondo esterno! ogni pin funziona sia come IN che come OUT di dati e naturalmente è configurabile tramite software (da li collegherete il vostro hardware che poi sarà manovrato/controllato dalla Raspberry).

Il processore essendo un ARM ha già e una vasta scelta di Sistemi Operativi basati su Linux, e la Microsoft ha annunciato una versione specifica di Windows 10 per la Raspberry, vedremo...
La prima installazione è stata tanto semplice quando efficiente, come suggerisce il sito ho installato NOOBS (...) ed è stato tutto semplicissimo, NOOBS non è altro che un bootloader che ci fa selezionare quale sistema vogliamo installare sulla schedina di memoria che abbiamo inserito nella Raspberry, si può scegliere tra uno o due se siamo offline o tra tutti quelli disponibile se alla Raspberry è collegata un cavo di rete, eccezionale (vedi QUI).
Dopo aver installato Raspbian (che è il s.o. "base" ufficiale di Raspberry) ci troviamo difronte alla prima schermata, che serve a configurare la scheda(il suo nome, il tipo di connessione, ecc ecc), sul sito della Raspberry c'e' anche un VIDEO che spiega passo passo cosa e come farlo), la configurazione è abbastanza semplice se hai un minimo di dimestichezza in queste cose, altrimenti il web ti aiuterà. Il sistema operativo è stile Windows/Linux con il pulsante start e le varie finestrelle !! ti trovi immediatamente a tuo agio.

Cercando in giro sul Web si scopre che esistono già decine, centinaia di progetti, aiuti e suggerimenti per utilizzare subito la tua Raspberry per il primo progetto.


Personalmente ho deciso di realizzare un sistemino di Retrogaming tramite il RetroPIE Project che ti da già una bella mano sopratutto con gli Emulatori e il loro Frontend (lascia a te il compito di configurare il tutto per le tue necessità e trovare il vario software per gli Emulatori come le Rom e le immagini dei giochi).

Il programma utilizzato è questo: EmulationSTATION (c'e' il link per la versione Raspberry)




Ora ci vado a lavorare, vediamo cosa combino.

Nel frattempo ho scoperto che a breve ci sarà una fiera dei Makers che è molto vicina agli utilizzatori di Raspberry / Arduino ecc ecc (a proposito esistono tante alternative ai nomi più famosi da me citati, li analizzerò in un secondo momento).

Questa fiera che si svolgerà a Roma (precisamente all' Università la Sapienza) dal 16 al 18 ottobre sembra essere veramente interessante per molteplici motivi! Domenica ho deciso di andarci e vedere di cosa si tratta, intanto dal loro sito avrete tutt le info necessarie,. Link al Sito 





martedì 13 ottobre 2015

Non conta solo la grafica... ma siamo sicuri che il problema sia la grafica?



Quello della grafica è un argomento che negli ultimi anni va molto di moda.






Non è raro infatti sentire affermazioni in cui la grafica di un gioco non è tutto, che, in realtà è logicamente vero (ma quale mentecatto affermerebbe mai il contrario dai ?).
Quello che non mi torna è il contesto in cui generalmente viene utilizzate questa frase, che non ha niente a che fare con la grafica "in se per se" ma viene usato come scusante per giustificare o indicare un gioco  per qualche ragione ritenuto "brutto" o poco stimolante da una certa categoria di giocatori.

Ma perché allora prendersela con la grafica?

Facciamo un breve salto indietro, nei primi anni 80, quando la grafica dei computer casalinghi cominciava ad essere qualcosa in più di due stanghette monocromatiche manovrabili da un pad.
Prendiamo come esempio i più famosi (per lo meno qui in Italia): Il Commodore 64 e lo ZX Spectrum.
Su Zapp (nota rivista videoludica di quei tempi) la "Computer War" era sempre accesa e viva....
L'argomento più pesante, la motivazione più importante che spingeva un giovane a scegliere un sistema da comprare era sicuramente: LA GRAFICA, cacchio non ci sono dubbi in tal proposito.
Se togliamo i soliti sfigati a cui è stato regalato il computer "X" o la console "Y" e sono stati costretti ad utilizzare quelli (e ad affezionarcisi naturalmente...come me con lo Spectrum) se a quei tempi qualcuno avesse chiesto a me o a QUALSIASI altro mio compagno di scuola quale computer avrebbe voluto sotto l'albero la risposta sarebbe stata nel 99% dei casi il Commodore64 inulte girarci intorno.



A quei tempi c'era la Computer War più che la Console War (che sarebbe scoppiata da li a poco).
Cosa c'era di male a scegliere il sistema con il reparto grafico migliore? quando mai negli anni 80/90 abbiamo visto/sentito o pensato...... "....si ma la grafica non è importante...."
Ma cosa cavolo avrebbe significato questa affermazione?  assolutamente nulla, solo che stavi rosicando.
La grafica era la base di partenza nella classificazione di quale piattaforma era la migliore!! è una dato indiscutibile, io c'ero e il fattore grafico non è mai stato preso di mira!!! Se la grafica era bella....tanto meglio...

Allora perché il solito amico che pensa di saperla lunga o il blogger e ultimamente i tanto di moda video_blogger se la prendono con la grafica? perché, molto probabilmente seguono la scia per fare numero di click sui loro siti/blog/videoblog.
La grafica è importantissima e fondamentale per regalare al giocatore un'immersione sensoriale unica!!
Vogliamo dire allora che la grafica non è sufficiente a rendere un gioco bello??? OOOhhhh finalmente ci siamo.

Se un gioco ha una giocabilità di merda ma la grafica figa.... perché non diciamo semplicemente che il gioco non è giocabile? o il gameplay è scadente? NO....ehehehehe troppo facile.


PS: sta cosa me la tenevo dentro da una vita ed era rimasta in bozza per un'eternità!! (la pubblico e finisco strada facendo).

domenica 22 marzo 2015

Divinity: Original Sin - Che l'avventura abbia inizio (e in Italiano).


19 Marzo 2015:

dalle pagine Facebook Ufficiali della traduzione arriva la notiziona!!! Larian ha reso disponibile la Patch per giocare il gioco sottotitolato in Italiano.

Ho giocato un paio di ore in totale, non molti ma sufficienti a capire che:

  • E' veramente un gioco di ruolo, come non ne giocavo da tempo immemore.
  • La traduzione è ottima.
  • Le quest sono tante, e in 2 ore sono arrivato al secondo livello.
  • Ci sono tantissimi libri da leggere nel gioco che aiutano a entrare nel Background e capire la storia.
  • Si può parlare con quasi tutti i PNG che si incontrano.
  • L'esplorazione paga, si possono trovare oggetti o scritti in ogni angolo del mondo.
  • Non è possibile fare quel che ci pare nei villaggi/città/negozi o a casa di altri!!! se ci proviamo (tipo rubare) veniamo picchiati e se serve anche arrestati! ERA ORA.




Nell'immagine sopra mi trovo a casa *di un pesonaggio importante* della prima città che ho trovato nel gioco..... per entrare nei suoi appartamenti ho dovuto distrarre lui e la servitù.


Qui uno dei libri da cui è possibile imparare qualcosa sul mondo che ci circonda.



E questo è l'inventario / scheda PG, al passare del livello ho potuto scegliere una caratteristica fisica e un'abilità da migliorare.

Per ora proseguo più che altro per capire cosa accade al mondo intorno a me e combattendo il giusto per aiutarmi a capire il sistema di combattimento, da vero GDR non c'e' bisogno di "sbrigarsi" o altro.

Torno a giocare................................................

Per ora vi  ri-lascio i link principali:









sabato 7 febbraio 2015

Divinity: Original Sin ..... in ITALIANO, prime impressioni e link utili.



Aggiornamento 19 Marzo 2015: Da oggi è possibile aggiornare da STEAM e settare il gioco in Italiano, se lo fate (dalle proprietà del gioco nella libreria e NON nelle opzioni del gioco) Steam vi farà scaricare un aggiornamento da 1.4 GB.
Ho giocato un'oretta e devo dire la traduzione è ben fatta e di altissimo livello. un Grazie speciale a tutti i ragazzi che ci hanno lavorato.



E' con immenso piacere che sono venuto a conoscenza della traduzione in Italiano di Divinity: Original Sin da parte di un gruppo di ragazzi veramente ingamba!!!
Si parla dei TESTI naturalmente, non del parlato.

Come ogni Giocatore di Ruolo che si rispetti conosco già il titolo, da parecchio, ma per un motivo o l'altro non l'ho mai potuto giocare !!! diciamo che l'aver scoperto che un gruppo di Italiani lo sta traducendo e che la traduzione diverrà "ufficiale" da parte della casa madre mi ha spinto a decidere di giocarlo (....oltre al fatto che casualmente oggi STEAM lo stia scontando del 40%! ghghghghgh)....

Da quel che ho capito la traduzione sarà pronta per Marzo, va bene!! per ora lo testerò a dovere senza entrare troppo nella trama principale, voglio giocarmelo tutto in Italiano.

Inutile spendere altre parole su un titolo di questo calibro, probabilmente il miglior RPG uscito negli ultimi anni, ovunque, googlando, potete trovare recensioni e pareri che lo esaltano.

Per ora lo sto installando, dopo farò un video sulla creazione del personaggio e i primi passi. 
Appena finisco Legend of Grimrock ed esce la traduzione in Italiano farò il mio solito post con immagini, considerazioni e video.... un'altro DIARIO dell'avventuriero.


.............................................

Allora, installato e partito!!! ho fatto un piccolo video in cui credo "al volo" i miei PG per provarlo, ecco il video, devo dire che il sistema di controllo è abbastanza intuitivo e le animazioni ben fatte, anche se dal video non si vede proprio bene (il mio pc ormai ha i suoi anni).


Purtroppo la parte di GamePaly è andata persa!!! ancora non sono molto pratico lo ammetto, comunque la sezione della creazione del PG c'e' ...per ora accontentiamoci appena esce la traduzione in Italiano rifacciamo tutto per benino!!






In questa immagine si vede chiaramente la barra delle abilità in basso e  l'inventario che ho aperto con la lettera "I" , insieme all'inventario si apre anche la scheda del PG..... meglio.


Giocherò una mezzoretta al massimo, giusto per entrare nella logica di gioco e capire perfettamente movimento e combattimento, nonché il sistema di avanzamento dei personaggi che in un gioco di ruolo dovrebbe essere una delle parti più divertenti e stimolanti!!!

Appena esce la traduzione in Italiano ricomincerò da capo naturalmente, per ora neanche leggo le quest per non rovinarmi la storyline.,

Per ora vi  lascio i link principali:





E non perdete tempo a leggere, compratelo e giocatelo, dai caxxo.


sabato 24 gennaio 2015

Legend of Grimrock ..Gameplay e Diario dell'avventuriero.



Ragazzi qui parliamo di un vero e proprio tributo a Dungeon Master.

Legend of Grimrock è stata una piacevolissima scoperta, non è un gioco appena uscito, anzi, da poco è uscito il suo seguito a dire il vero.
Lo comprai (tanto) tempo fa su Steam, e ci giocai giusto il tempo di capire quanto fosse ben fatto e ora, che sto reinstallando i giochi (causa HD danneggiato) ho deciso di dedicarmici un po più seriamente.

Qui parliamo di un gioco che ha la modalità "old school"...che tra le altre cose ti obbliga a disegnarti la mappa da solo.... su carta e penna !!!! fighissimo, ma, anche se sono un vecchio Fan di Dungeon Master per ora giocherò il titolo in modalità non oldschool a difficoltà normale.
Qui vicino a me ho un Amiga, vorrei provare a fare delle considerazioni in tempo reale sulla reale "parentela" dei due titoli.
Legend of Grimrock è liberamente ispirato a Dungeon Master e basta, non sono stati sviluppati dagli stessi programmatori ne dalla stessa software house..... ma il dejavu provandolo è stato enorme e ha risvegliato in me la voglia di DM.

Credete di essere degli esperti giocatori di ruolo? avete finito l'ennesima IP su NEXTGEN  credendovi invincibili? con le mappe che vi indicano dove andare......il livello del nemico ben visibile.....il respawn a  3 metri in caso di morte... il salvataggio automatico..senza mai dover pensare a mangiare o riposare per recuperare le energie... "bonsci bonsci bonsci bon.....bonsci bonsci bonsci bon..ti piace vincere facile è ? "in tal caso con Legend of Grimrock rimarrai deluso.

Per capire quel che dico, e se avete giocato a Dungeon Master su AtariST o Amiga vi basterà guardare il video per capire di cosa parlo:  


Ma iniziamo dal principio, la STORIA:

Il gioco inizia con un  video composto principalmente da Artwork (ben fatte) che racconta la (breve) storia del perchè siamo li....................siamo stati accusati di un crimine, e siamo stati spediti nelle prigioni sul monte Grimrock dal quale nessun prigioniero è mai uscito vivo, qualora qualcuno riuscisse ad uscirne avrebbe "la fedina penale" pulita ed essere libero per sempre.... waz...fine.

Subito dopo il gioco ci da la possibilità di creare i nostri personaggi o utilizzarne un set già pronto.... CREATELI, avete a disposizione 4 razze e 3 classi, ognuna con caratteristiche uniche e punti da utilizzare a piacimento. Creare il proprio PG è un piacere e un dovere di ogni giocatore di ruolo.

GIORNO 1: Ingresso nel Dungeon e prime impressioni.

Come ogni gioco che si rispetti la prima parte è praticamente un piccolo tutorial sulla struttura base del gioco del suo gameplay. Si inizia praticamente nudi, ed esplorando la prima parte del Dungeon si vengono a capire le meccaniche di funzionamento basilari, si trovano le prime armi, i primi vestiti (e si siamo nudi) e si entra a contatto con i primi "abitatori" della montagna Grimrock.
I mostri che incontrerete sono l'unica fonte di Punti esperienza (PX), necessari per far salire di livello il party e apprendere nuove abilità...finora (e sono appena arrivato al secondo livello) niente altro mi ha fatto guadagnare PX, quindi non saltatene neanche uno... fate attenzione ma uccideteli tutti...attenzione perché se si muore si deve ricaricare l'ultimo salvataggio...e questo significa che DOVETE SALVARE continuamente per non rischiare di perdere ore di gioco dopo la morte....o finché non trovo un sistema per riportare in vita i personaggi morti...




Durante il sonno verrete contattati da qualcuno (o qualcosa)..... non so se sia il caso di fidarsi, ma i messaggi che manda sono invitanti... e comunque c'e' ben poca scelta..

ecco il primo sogno che vi contatterà nel gioco, a me è scattato al secondo o terzo livello.

  

Per ora il tutto è abbastanza lineare e non ho trovato particolari difficoltà o impedimenti con il cammino verso la libertà (credo si debba raggiungere la base della montagna).


GIORNO 2: 
Continuano i miei pellegrinaggi sotterranei.........

i salvataggi mi hanno "salvato" veramente, ancora non so se sia possibile riportare in vita i personaggi morti, per ora mi limito a ricaricare quando accade:

Qui già si possono vedere più mostri e indovinelli che accompagneranno l'intera avventura:




Ok, i personaggi possono essere riportati in vita tramite delle enormi pietre azzurre dall'aspetto molto "magicoso" che hanno lo scopo  di ripristinare l'energia e il mana dei personaggi...e....risorgere quelli morti...

Per ora il party è al quarto livello, e devo dire gli enigmi necessari per passare ogni livello diventano sempre più complicati anche se non effettivamente difficili.... insomma se ci si ferma a riflettere hanno la soluzione a portata di mano, almeno per ora.
Ho un ladro nel gruppo... ancora non ho capito bene il suo ruolo....in prima linea ho 2 guerrieri, e accanto al ladro un mago che da dietro (lontano) ha il suo perché..è protetto dai guerrieri e lancia magie a gogo... il ladro per ora lo uso lanciando coltelli da lontano..... mi sembra limitativo per un personaggio.... a saperlo prendevo un'altro mago e lo specializzavo differentemente, vediamo più avanti...

I nemici sono abbastanza facili e in alcuni casi alla loro uccisione "droppano" (lasciano cadere) cibo e in alcuni casi ingredienti per le pozioni.
Il Dungeon è seminato di pareti con pulsanti che aprono porte segrete...fate molta attenzione, in quei cunicoli nascosti si nasconde l'equipaggiamento migliore.


GIORNO 3: 

Ho portato i personaggi all'ottavo livello e ho appena preso un Achievement per aver ucciso il mio primo TROLL, l'ho ucciso dopo la quarta try, eccola (nelle prime tre ho oggettivamente caXXeggiato sottovalutando inevitabilmente le mazzate del ciccione):




Ho scoperto come fare le pozioni, utilissime in determinati combattimenti e situazioni, sto risolvendo indovinelli a più non posso, praticamente ogni livello è un insieme di indovinelli che servono ad arrivare al livello successivo.....il tutto condito da varietà di mostri e "skillaggio" dei personaggi che avanzano di livello.
Il gioco è sempre più avvincente e convincente, a questo punto non posso far altro che provare a finirlo seriamente.
I nemici cominciano ad essere difficili, il trucchetto di girargli intorno comincia a perdere la sua efficacia e quando ci sono più di 2 o 3 nemici divincolarsi comincia ad essere difficile, organizzare il combattimento e munirsi di pozioni sta diventando obbligatorio.

La fame si fa sentire... in più di un occasione il party è rimasto senza cibo di scorta.. anche se poi ne ho sempre trovato per fortuna.
Non mangiare comporta un malus veramente fastidioso, i personaggi non recuperano più vita e mana.
(neanche dormendo).

Il tizio dei sogni si è rifatto vivo in più occasioni... sembra voler fare l'amicone ma di certo se è in grado di apparire nei nostri sogni è qualcuno di "speciale", sospetto addirittura il Boss finale, ma vediamo come la Software House ha deciso di sviluppare la storia.


GIORNO 4:

L'avventura continua... comincio ad accusare la strana sensazione claustrofobica che da il gioco, giocando solo a LoG mi rendo conto che l'immedesimazione è profonda (fondamentale per ogni gioco di ruolo), e passare ore in sotterranei semi bui ha il suo impatto anche in questo senso.

Ma procediamo nella ricerca dalla via di uscita...................




Ho "dingato" (hheheheh wow docet) il 9° livello con i personaggi e sono arrivato al 7° Dungeon, i nemici cominciano ad essere fastidiosi, sia per potenza che per numero, ormai è abbastanza comune incontrare "gruppi" di nemici, e oltretutto alcuni anche resistenti a certi elementi (come gli elementali del fuoco che rendono nulla la mia magia più potente... la palla di fuoco).
La pergamena del "Fire Shield" si sta rilevando una scoperta eccezionale, non dura molto ma protegge bene...diciamo che va lanciata prima di uno scontro e ti protegge per il giusto periodo.
Il Gameplay non è variato molto nell'ultima sessione e gli indovinelli si susseguono in ogni livello anche se avrei preferito averne di meno ma doverci dedicare maggiore impegno..... anche se sono convinto che da qui alla fino avrò modo di ricredermi, dovrei essere all'incirca al 50% del gioco.

Non avendo avuto particolari incontri da segnalare aspetto domani per dedicare un'altro paio d'ore a questo magnifico gioco...e venerdì sera per farci notte fonda :-D.

NOTA: Alla fine del VI livello (in un corridoio vicino quello che porta alle scale per il VII) si trova la stanza dei "tesori", è una stanza con 3 porte apribili tramite una chiave d'oro.... il problema è che di chiave d'oro te ne fa trovare una sola, prima di aprire una porta a caso pensteci bene...i tesori sono visibili.... io ho scelto un libro che mi ha dato dei bonus permanenti al fuoco..... in un'altro c'era uan balestra e nell'altro materia prima per pozioni...... ho pensato che il libro fosse la scelta più oculata perchè l'unico che offrisse un bonus veramente perenne..... le erbe si trovano e cmq dopo l'utilizzo finiscono ....e la balestra serve solo a un PG e sarebbe stato un upgrade relativo e cmq limitato nel tempo fino al ritrovamento di un'arma migliore.... inoltre il quadro successivo è pieno di elementali del fuoco e il libro casca proprio "a fagiolo".

Nel dubbio salvate prima di aprire cosi potete visionare cosa c'e' dentro ogni cella e scegliere il meglio....ma ricordate che un bonus permanente a uno dei PG è sempre migliore di qualsiasi altra cosa "momentanea",,,, quei bonus li terrete e utilizzerete sempre, fino alla fine.
Ps. ingredienti per pozioni se ne trovano pochini.. ma cibo sono veramente strapieno.


GIORNO 5:

Sessione poco proficua a livello di avanzamento, ho però trovato una bellissima Staffa per il mago (Shaman Staff) e uno nuovo Scudo per il guerriero (Heavy Shield) oltre a un paio di incantesimi...

Per il resto o finito di ripulire il settimo livello e mi accingo a scendere all'ottavo nella speranza di qualcosa di più "trasportante", ecco le armi trovate:

La Staffa
La Staffa Link



Lo Scudo


Sono arrivato all' 8avo livello, un livello che sembrerebbe "di tesori"...................  vediamo di cosa si tratta!! :-D




Il post sta diventando troppo grande!!! presto ne aprirò un'altro per raccontare la conclusione della mia avventura in Grimrock!!!


----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Alcuni consigli (si aggiorna strada facendo): niente di spoileroso, solo alcune raccomandazioni, ne indicherò 10, e di volta in volta eliminerò quella meno utile per inserire la nuova.
  1. Salvate spesso, sia con il save normale (punti strategici) sia con il quicksave (utilissimo)
  2. Non portate pesi non strettamente necessari..di armi ne troverete sempre di migliori.
  3. Controllate bene le stanze e i muri, sono pieni di pulsanti e nascondigli segreti.
  4. Buttatevi in tutte le buche che trovate (Senza morire), in alcune ci sono dei tesori.
  5. Ogni indovinello ha una soluzione, fermatevia  riflettere, se non ci risucite smettete e riprovate a mente fresca...
  6. Scrivete appunti sulla mappa (mod. oldschool OFF), vi tornerà utile sapere dove sono le scale, le pietre curatrici ecc. ecc.
  7. Se non avete maghi in gruppo portatevi sempre 4-5 torce di scorta.
  8. Uccidete tutti i nemici...solo loro vi daranno punti esperienza.
  9. Attenzione all'attribuire i punti quando passate livello, specializzatevi in qualcosa non li "sparpagliate"...massimo 2 rami.
  10. Riposatevi in luoghi protetti, meglio se chiusi in qualche stanza con la porta, altrimenti sarete bastonati durante il sonno.

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------


Link interessanti:

Il Manuale (Inglese)

La "FanMade" della copertima del DVD 

Il sito ufficiale



Dragon Age Inquisition: Trucchi, Mappe di dove si trovano i 10 Draghi (DA:I Dragons Location)


Ed eccoci a parlare di DRAGHI, in questo veloce post volevo mostrarvi le mappe dei 10 Draghi del gioco.

Tramite le mappe è facilissimo arrivare direttamente al cospetto dei Draghi!!

Le mappe sono in inglese, le presi da un sito di cui purtoppo non mi sono segnato il link e non ritrovo più, volevo ringraziarlo o perlomeno inserire il link come ringraziamento (...)
Vi ho tradotto la relativa zona anche in Italiano per facilità.



1) Drago del fuoco livello 12. Le terre centrali.





2) Drago dell'elettricità livello 13. Crestwood.




3) Drago del fuoco livello 14. L'accesso Occidentale.




4) Drago dell'elettricità livello 15. Sacra Pianura.

Note: nella zona a Nord (a sud di Riverside Garrison) c'e' un'area che attiva un'operazione al Tavolo di Guerra. Completatela e tornate nell'area e le macerie non ci saranno più. Il drago sarà li per voi, prima ci sarà da completare una sfida.




5) Drago del ghiaccio livello 17. Le Tombe di Smeraldo.




6) Drago dell'elettricità livello 19. Costa Tempestosa.

Note:Seguite la costa sud e vi imbatterete in un ingresso chiudo. Per aprire questa porta è necessario finitr la missione da Cullen che consiste nell'arrestare i contrabbandieri di Sansone e le loro spedizioni. Entrate e uccidete tutti, raccogliete il Red Lyrium e dopo la battaglia troverete una barca che vi porterà sull'isola del drago !!





7) Drago del fuoco livello 20. Distese Sibillanti.



----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Di seguito invece troviamo gli ultimi tre draghi nella stessa zona, se siete del giusto livello ve li fate uno dopo l'altro !!

ZONA: Emprise du Lion.

8) Drago del ghiaccio livello 19.

Notedopo aver completato la relativa quest prendete la fortezza a Ovest. Dopo averlo fatto a est scoprirete un ponte distrutto che dovrete riparare come operazione al tavolo di guerra, in questa zona troverete gli ultimi tre Draghi.





9) Drago del ghiaccio livello 20. ZONA: Emprise du Lion.





10) Drago del fuoco livello 23. ZONA: Emprise du Lion.





Ho fatto alcuni video delle mie uccisioni di Draghi, non tutti purtroppo.


Vi indico anche un'altro video che ho fatto, serve per avere punti abilità a "iosa" tramite l'acquisizione di Amuleti del Potere infiniti sfruttando un Bug del gioco:

Altri miei video su Dragon AGE: Inquisition


CIAO

Dragon Age Inquisition: Trucchi, consigli e pensieri (Parte 3 di 3).

Dragon Age: Inquisition...di nuovo.




E si, devo dire che dall'ultima volta non ho fatto molti progressi, in realtà a questo punto non è che ci siano molte cose particolarmente avvincenti da fare se non continuare con la storia principale e portarla a termine.

Ho cosi deciso di affrontare la sfida finale e finire il gioco:

contiene spoiler NATURALMENTE.

Questa è la prima parte di 4 video che ho fatto per chi fosse interessato a guardarli, il gioco è in modalità difficile.

Da youtube potete poi selezionare gli altri video o andare su QUESTA PAGINA e visionarli tutti.

Lo scontro finale (e la qeust in generale) è stata carina, diciamo che finisce in maniera molto carina e anche dopo aver sconfitto il Boss ti permette poi di continuare a giocare per finire tutte (quasi) le quest lasciate in sospeso, naturalmente tranne quelle che interferiscono con la timeline della questline principale. Sinceramente ho apprezzato molto la possibilità di continuare, volevo finire 2 o 3 coseette prima di "archiviare" il gioco in via ufficiale (nella spranza di un qualche DLC che valga la pena giocare).

Non credo che lo rigiocherò in modalità INCUBO, o per lo meno non nel breve periodo, probabilmente tra qualche settimana lo farò ma punterò tutto sulla questline principale e mi dedicherò alle secondarie il minimo necessario per raggiungere il livello minimo per continuare.

Guardando i trofei vedo che ho "coperto" il 71% degli obiettivi, non male se calcolate che la mia media di troferi si attesta sul 50% quando finisco un gioco, e sono uno di quelli che non spulcia "google" in cerca di guide per sbloccarli..... è una pratica veramente inutile e falsa.



A grandi linee le mie considerazioni espresse nel precedente post non sono cambiate, volevo solo sottolineare che il gioco mi è piaciuto parecchio, nonostante la lista dei "difetti" possa far credere diversamente.

Diciamo che aspettando "The Witcher 3" questo Dragon Age: Inquisition mi è piaciuto parecchio e mi ha fatto passare belle ore in completa immersione Fantasy.

Personalmente gli affibbio un bell' 8 e 1/2 e mi sento di consigliarlo a chi possa piacere il genere naturalmente.


venerdì 16 gennaio 2015

Dragon Age Inquisition: Trucchi, consigli e pensieri (Parte 2 di 3).

Torniamo a parlare di Dragon Age: Inquisition!





Continuo il discorso iniziato qui: Dragon Age Inquisition: Impressioni e suggerimenti (Parte 1 di 3).

Continuano i miei pellegrinaggi nel mondo di Dragon Age, ho da poco oltrepassato le 90 ore di gioco e sono arrivato al 23° livello con il mio mago (cavaliere incantatore).

Ho inevitabilmente alzato la difficoltà del gioco a "difficile"... e nonostante tutto il gioco continua ad essere facilotto (il livello incubo me lo voglio giocare da zero).


In primis ho scoperto un trucco!! consiste nell'avere degli amuleti del potere "infiniti" (o per lo meno finchè non patchano il bug ehhehe).

Ora...... senza entrare troppo nelle logiche (assurde) di barare in un videogioco e sopratutto se è un Gioc id Ruolo vi linko il mio video:


Gli amuleti non li ho usati, sono molto potenti a livello di GamePlay (quando ne usi uno si distrugge e ti da un punto abilità!!! sgravio, sono i punti che aumenti quando passi livello) e avrebbero solo contribuito a rovinare la mia esperienza totale.....imbrogliare è veramente inutile ma visto che ci ho fatto un video volevo farlo vedere a qualcuno :-D

Sono arrivato a l'ultimo step delle quest-line principale, quello in cui Morrigan mi attende in giardino per l'attacco finale all'arcidemone mega-cattivo di turno... prima di andare da lei volevo però finire 2-3 cosette lasciate in sospeso e fare un pò il quadro della situazione...

ecco alcuni punti a favore che mi hanno aiutato ad arrivare a quasi 100 ore di gioco:

  • Tantissime cose da fare!! 
  • Tantissime mappe da esplorare!!
  • Talenti e incantesimi da scoprire con gioiosa bramosia!!
  • Le "romance" con le fanciulle del gioco!!
  • Giocabilità ottima, sistema di combattimento funzionale anche se i nemici non brillano per intelligenza tattica.
  • Potenziare il proprio castello con tanto di tendaggi, trono ecc ecc insomma tante cose da dover comprare e migliorare!!
  • Potenziare l'inquisizione con decine di abilità speciali da far averre al proprio esercito / diplomatici / spie.
  • "Craftare" in fucina e modificare armi e armature!!
  • Le cavalcature (le ho tutte naturalmente ormai)

Ecco la mia nuova calassifica di quello che NON mi è piaciuto (molto):

  • Combattimenti troppo facili....(e quando si muore si ricomincia li a pochi metri..)
  • Tutte le quest e gli obiettivi hanno praticamente la FRECCIA che ti indica dove andare per risolverli.
  • Tante mappe..........ma a parte rare occasioni in ognuna devi fare le stesse identiche cose.
  • Storyline principale un pò troppo corta e lineare.
  • Se si decide di non seguire la Storyline principale per "finire" le quest in sospeso nelle altre zone si entra in un turbine di ripetitività eccessivo.
  • Quando ho preso la specializzazione cavaliere-incantatore sono diventato praticamente immortale, ho ucciso 2 draghi di seguito (circa del mio livello ) senza usare neanche una pozione curativa.
  • E' solo questione di tempo... e non di capacità.
Con l'ultimo punto credo di aver detto tutto sulla difficoltà del gioco.




Ma allora perchè giocarci ? come perchè ? se un gioco è bello o no non dipende dalla grafi...(scusate l'abitudine)...non dipende dalla difficoltà (non solo almeno). Il gioco tutto sommato mi ha convinto a continuare a giocarlo, complice senza dubbio la mia fame di Fantasy !! si lascia giocare molto tranquillamente, ti da quell'illusione di libertà totale e non ti obbliga a seguire un percorso obbligatoriamente, Il fatto poi che i personaggi che ti accompagneranno nell'avventura possono essere guidati/vestiti e potenziati come se fosse il tuo PG danno un'ulteriore motivo a continuare/esplorare e provare!! se ti stufi del tuo mago puoi passare a guidare il guerriero o il ladro in un batter d'occhio! questo allunga la longevità e la curiosità...


Ho trovato delle mappe che aiutano a capire dove sono i 10 Draghi, alla fine credo che le utilizzerò perchè sono al 9° Drago e non trovo il decimo!!!!! bah forse quando passavo di la dormiva e non mi ha sentito. Visto però che le mappe occupano troppo spazio farò un post a parte (è una cosa molto utile e non ne ho trovate di fatte cosi bene in rete).

CONSIGLIO FINALE (per ora):
Giocatelo senza pensare a finirlo, esplorate, imparate come e dove si fanno le quest.
Leggetevi tutti i discorsi: sono bellissimi! sopratutto quelli al tavolo della Guerra quando devi scegliere chi mandare dei tuoi amici a risolvere i problemi in giro per il mondo!
Fidanzatevi!!! e portate il personaggio al massimo livello, GIOCATE DI RUOLO.

Qui ci sono le mie attuali disavventure : Miei video YouTube di Dragon Age: Inquisition

3a ed ultima parte.

sabato 10 gennaio 2015

Abandonware e giochi online disponibili a tutti!!


...è ormai da qualche anno che vanno molto di moda, o più in generale si sta assistendo a un vero boom per tutto il settore del Retrogaming,

Non è raro ormai imbattersi in link o siti che permettano di giocare (anzi rigiocare) vecchie glorie del passato in maniera gratuita, veloce e online, senza neanche la necessità di scaricarsi l'emulatore e la rom del gioco.

Una comodità non da poco che (finalmente) permette a tutti di poter almeno provare qui gicohi di cui ha tanto sentito parlare ma che per un motivo o per un'altro non ha mai giocato.
Fino a poco tempo fa la cosa più semplice che si potesse fare era scaricarsi un Emualtore, configuralo un minimo, cercare in giro le Rom e sperare che tutto andasse per il verso giusto.

Oggi è ancora più facile, basta veramente poco, e le cose stanno anche migliorando, sopratutto per chi non vuole aver a che fare con i settaggi di emulatori e sopratutto per chi non ha la minima intenzione di investire per l'acquisto di sistemi Vintage (Amiga, Atari o Nintendo che sia) per utilizzare il tanto acclamato (vecchio) software.
Girovagando per la rete ho trovato un archivio a dir poco strepitoso, tratta solo di materiale MSDOS ma possiamo dire che sia uno dei più vasti archivi di giochi MSDOS ..... giocabili OnLine!!

Naturalmente NON ha niente a che fare con siti pirati, ma di materiale classificato nell'etichetta Abandonware (Link Wikipedia)  :

https://archive.org/details/softwarelibrary_msdos_games/v2


Cliccando sul QUESTO LINK si viene portati alla pagina Archive.org che ospita l'enorme (e credo sempre in sviluppo) libreria dedicata al gaming online di giochi MsDos risalenti agli anni 80 e 90.

Dopo essersi collegati al sito è possibile scegliere quale titolo provare da un menu visivo molto esaustivo, si clicca sul gioco desiderato e dopo aver letto le informazioni basiche del gioco è possibile provarlo direttamente da Browser e in alcuni casi scaricarlo sul proprio PC.

La selezione è facile e ben fatta:


Credo di poter considerare questo enorme Archivio la versione online dell'MSDOS Goldies fatta con GAMEBASE ( pagina ufficiale del progetto nato per Commodore64 )  da qualche appassionato e che racchiude un utilissimo front end per migliaia di titoli.
Per GameBase è possibile trovare queste enormi collezioni sia per MSDOS che per altri leggendari sistemi, come Amiga, Commodore64, CDTV, AtariST, Spectrum, Amstrad e cosi via ed avere a portata di click il TOP del gaming anni 80-90 ( Ecco di cosa parlo )




Le collezioni infinite e costose di dischetti / cassette e cartucce non sono più necessarie!!... sempre se ci si accontenta della limitata esperienza che offre l'emulazione !